Taste Nature: gustare il sapore delle Dolomiti

Percorrere nuove strade seguendo il proprio istinto

Il compleanno di mio fratello non è stato l’unico motivo che mi ha spinto ad invitarlo a cena alla Johannesstube a Nova Levante. Ero sicuro che sarebbe stato un’ottima compagnia, visto che condividiamo la passione per la cucina gourmet. Per un agricoltore come lui, che gestisce la sua azienda agricola in modo innovativo e sostenibile, questa cena doveva essere un invito ad osservare e ad assaporare ciò di cui sono capaci un maso e un cuoco quando interagiscono tra loro. Soprattutto perché tutto ciò che viene servito in tavola in questo ristorante viene coltivato dall’agricoltore della Johannesstube. E già dopo l’omaggio dalla cucina era chiaro, anche ad una persona come me che di agricoltura ne capisce poco, che non serve essere uno chef stellato o un contadino esperto per notare l’eccezionalità del menù della serata.

Un pizzico di fiducia e tanto sapere in ogni ricetta

Caviale di salmerino, abete, bistecca di cervo, radici arrostite, verdure conservate dal 2017, polvere di bacche di ginepro. Quasi tutti gli ingredienti che oggi ci sono stati portati in tavola sotto forma di opere d’arte (tra l’altro a servirci è stato un cameriere molto attento ed eloquente) sono stati coltivati in un raggio di pochi chilometri. E siccome alcuni ingredienti essenziali non possono essere prodotti in zona (sulle Dolomiti, ad esempio, non cresce nemmeno un pizzico di zucchero) lo chef si affida ad un unico fornitore del quale apprezza la ricerca continua di qualità.


Il piacere alla Johannesstube, infatti, è anche una questione etica. Tuttavia le creazioni culinarie dello chef sono talmente eleganti ed eccezionali che l’ospite non percepisce affatto il peso dell’aspetto morale del suo approccio culinario. Per rispettare la sua filosofia non scende mai a compromessi e tutte le sue composizioni sfoggiano un carattere caparbio. Allo stesso tempo nessun piatto gustato nella Zirmstube è risultato invadente. Sono davvero colpito di quanto

Il piacere non scende a compromessi

I vini proposti sono stati accuratamente selezionati per adattarsi al meglio ai rispettivi temi culinari. Con mio grande stupore la selezione si è rivelata un breve viaggio attraverso i vigneti dell’Europa. Spagna, Francia, Germania e naturalmente anche Alto Adige. Acidità, nuance di sapore, note profumate, filosofia del prodotto: ogni piatto ha bisogno del suo vino e dopo una breve conversazione con il cameriere ho capito perché ha scelto di servire vini prodotti anche oltre i confini regionali.

La forza della natura

Non so dirvi se ad ispirarmi di più sia stato il raviolo ripieno di carne di pecora con gli occhiali della Val di Funes con espresso alla pancetta e alle erbe selvatiche o il Poke delle Dolomiti con filetto di salmerino della Val Passiria, artemisia, brodino di trota, caviale di salmerino ed erbette selvatiche. Comunque sia, entrambi i piatti si sono meritati un posto d’onore nella rubrica “L’imbarazzo della scelta dei sapori”. Inoltre non sapevo che alle nostre latitudini crescesse un pepe di montagna selvatico. La natura è davvero una sorpresa continua e per me il cuoco stellato dell’Hotel Engel e il suo fornitore sono due scoperte straordinarie.


La serata trascorsa in questa Stube non è stata solo una festa per gli occhi e per il palato, ma anche un viaggio didattico. Cenando qui mi sono reso conto di quanto eccezionale sia l’incontro tra l’agricoltura di montagna e lo straordinario valore aggiunto di questa regione alpina! Ritengo che il know-how, la dedizione e le competenze necessarie per servire un menù degustazione di questo tipo siano davvero enormi. Per questo faccio alla Johannesstube il mio più fragoroso applauso. Quello che accade qui tra i monti della Val d’Ega è un nobile inno alla sostenibilità e alla cultura gastronomica. Chapeau!


“Non avevo mai mangiato piatti così eccelsi prima d’ora.” Questo è il giudizio finale di mio fratello. D’accordo, il suo complimento era rivolto principalmente allo chef, ma devo ammettere che con queste parole ha reso felice anche me. Dopotutto un regalo di compleanno dovrebbe infondere felicità e posso dire a cuor leggero di essere riuscito pienamente nell’intento.


Anche voi desiderate trascorrere una serata indimenticabile nella nostra accogliente Johannesstube? Potete prenotare un tavolo online oppure telefonando al numero 0471 613131 :)

Richiedere qui
Questo sito web utilizza i cookie. L'uso dei cookie è regolato dalla Direttiva UE 2009/136/CE (E-Privacy). Acconsente facendo un clic su "OK". Per proteggere la sua privacy in questo browser, puo gestire qui le preferenze della pubblicità online personalizzata. Per interrompere tutte le tecnologie di tracciamento utilizzate su questo sito che potrebbero utilizzare le informazioni di personalizzazione per la pubblicità online, fai clic su "Opt-Out".